Hai vinto nei Casino Online? Ecco cosa devi fare

vincite nei casino online

Ritirare Vincite al Casino Online è un’operazione alquanto semplice, quando si interagisce nell’ambito delle migliori piattaforme per il gambling online che si trovano sul mercato del gioco a distanza legale italiano, quello regolato dalle norme dettate dall’Agenzia delle Dogane dei Monopoli di Stato (Aams).

Nell’apposita sezione riservata alle modalità di pagamento dei casino consigliati, gli utenti hanno a disposizione i migliori mezzi finanziari con cui effettuare il trasferimento dei fondi, per acquistare beni e servizi, ma anche per Ritirare Vincite al Casino Online preferito: carte di credito che fanno parte dei principali circuiti finanziari internazionali (MasterCard, maestro, Visa, Visa Electron, Kalibra, Postepay, Cartasì, Diners Club, eccetera) a cui si aggiungono i più famosi portafogli virtuali al momento disponibili, come Neteller, ClickandBuy, PayPal, Skrill-Moneybookers, ma anche metodi più tradizionali, come il classico bonifico bancario, bollettino postale, l’assegno circolare e tanti altri ancora.

Il livello di sicurezza di tutti gli strumenti disponibili, all’interno dei migliori casino on-line Aams, è massimo: pertanto, gli scommettitori possono Ritirare Vincite al Casino Online ad occhi chiusi, in quanto sono immuni da subire delle perdite durante l’esecuzione delle transazioni. Per esempio, le carte di credito sono dotate di un microchip che protegge lo scommettitore, quando decide di Ritirare Vincite al casino italiano legale, evitando che degli hacker informatici possano indebitamente impossessarsi delle risorse contenute al suo interno, oltre che dei suoi dati personali, clonando la carta di credito.

Si dispone di un elevato standard di protezione, anche quando si fa uso dei portafogli virtuali indicati qualche rigo sopra. Per esempio, se si decide di Ritirare Vincite al casino con bonus migliore utilizzando Neteller, l’utente gode di un particolare sistema di riconoscimento che sbarra la strada a soggetti terzi che vogliono entrare all’interno del suo conto on-line per ripulirlo. Infatti, tutte le volte che si registra un accesso, utilizzando un indirizzo IP diverso da quello impiegato al momento della creazione di un conto Neteller, immediatamente il sistema blocca l’accesso e avvia una procedura di riconoscimento notificando tale provvedimento all’utente sul suo indirizzo di posta elettronica comunicato al momento della registrazione.

Le risorse contenute sul conto on-line Neteller, pertanto, non potranno essere utilizzate fino a quando l’utente non avrà ultimato la procedura di riconoscimento. Anche i conti on-line PayPal e Moneybokers dispongono di un particolare sistema di crittografia dei dati che rende sicura ogni transazione, tra cui anche quella che consente di Ritirare Vincite al Casino Online.

A seconda della modalità di pagamento selezionata dallo scommettitore variano i tempi di accredito delle risorse. Quando si utilizza un portafoglio virtuale, si ha la possibilità di entrare in possesso delle somme vinte nei casino aams immediatamente. Purtroppo, non si può dire la stessa cosa, quando si utilizza il bonifico bancario oppure l’assegno, in quanto i tempi di attesa possono arrivare fino a 7-15 giorni lavorativi.

Le carte di credito, invece, consentono allo scommettitore di incassare la somma vinta, scommettendo ai casino on-line Aams, dopo circa tre giorni lavorativi. Se lo strumento finanziario si collega ad un portafoglio virtuale, per concludere, i soldi sono resi subito disponibili, in modo tale che possono essere riutilizzate per compiere nuove operazioni sulla rete.

I depositi nei Casino Online fatti con Paypal

casino online paypal

I casino on-line con PayPal sono dei contesti di gioco legali che offrono tanti giochi dei migliori marchi (Playtech, Novomatic, Isoftbet, 888, Microgaming, Netent e tanto altro ancora) capaci di accontentare sia coloro i quali prediligono i giochi tradizionali sia coloro i quali amano le forme di intrattenimento elettroniche di ultima generazione. I payout teorici stimati nei casino online, per ogni piattaforma, si aggirano intorno al 95% rendendo le vincite molto frequenti tra coloro i quali sono soliti piazzare delle giocate con soldi veri.

Gli scommettitori, che dispongono di un dispositivo per la navigazione sulla rete quando si è in movimento (Smarthphone, iPhone, iPad, BlackBerry, Tablet, cellulare con sistema operativo Android, iOS e tanto altro ancora), hanno l’occasione di divertirsi con tante forme di intrattenimento che fanno parte del ampio palinsesto dei migliori Casino Online Paypal in versione mobile. Le applicazioni dei giochi si possono scaricare in maniera del tutto gratuita e installare in pochi istanti, per iniziare il divertimento in qualunque momento si desideri e in qualunque luogo ci si trovi, piazzando le proprie giocate sia in modalità con soldi veri che modalità con soldi finti.

Gli amanti del gioco d’azzardo dal vivo e dei casino certificati aams, possono scegliere la sezione dedicata alle forme di intrattenimento in versione live, disponibile per 24 al giorno che consente di far arrivare a casa propria le emozioni tipiche di una vera casa da gioco terrestre stando comodamente seduti sul divano e interagendo tramite webcam con delle raffinatissime dealer che curano lo svolgimento del gioco ai tavoli della Roulette, Blackjack, Baccarat e Casinò Hold’em. Nel corso delle sessioni di gioco si può comunicare usufruendo del servizio di live chat gratuito che consente di chattare con le croupier, ma anche con gli altri scommettitori che siedono lo stesso tavolo da gioco.

I Casino Online Paypal tante vantaggioso offerte promozionali da cogliere al volo grazie alle quali si ha la possibilità di ricevere l’accredito immediato di bonus su con e senza deposito che possono arrivare fino a 2000-€ 2500. Effettuando la sola registrazione di un conto, una volta scelta la piattaforma per il gambling on-line dei Casino Online Paypal in cui si intende interagire, si ha la possibilità di ricevere l’accredito di un bonus senza deposito che può arrivare fino ad un massimo di € 30. Tale incentivo al gioco può essere utilizzato per divertirsi su tutto il parco giochi disponibili nel casino on-line offerente.

Se si prende parte all’offerta promozionale di benvenuto dei casino autorizzati, si ha l’occasione di incassare quasi sempre l’accredito di un bonus del 100% sul primo deposito con cui raddoppiare il volume delle risorse da destinare al divertimento in modalità “Real Money”.

Man mano che si ampia il personale volume di giocate si cumulano anche dei punti prendendo parte automaticamente ai programmi promozionali per utenti vip grazie ai quali si ricevono dei punti e una volta raggiunta la quota necessario si può fare anche richiesta di premi in denaro corrispondenti allo status conseguito dallo scommettitore: in palio bonus reali, inviti ad eventi speciali, il supporto di un manager che consiglia le promozioni più vantaggiose, pagamenti di vincite più rapidi e tanti altri trattamenti che fanno sentire una personalità davvero importante.

In Italia arrivano nuovi casino Online

casino online nuovi

Dopo diversi mesi, in cui si ha avuto modo di analizzare a fondo le novità più importanti proposte dal mercato del gambling on-line legale italiano, secondo il nostro parere i migliori Nuovi Casino Online sono i seguenti: Betflag, IziCasino Pacific, IziCasino Indian, Slot Yes, Casinò Yes, Voglia di Vincere, Mondo Fortuna, Prime Slot, Casinò Planet.

Si tratta ovviamente di contesti di gioco legali, regolati dalle norme dettate dall’Aams, che garantiscono il massimo standard di protezione ai propri clienti sia nel corso delle giocate sia nel corso dei trasferimenti. I software di gioco, continuano ad essere controllati dal Monopolio Italiano anche dopo il rilascio della concessione e portano la firma dei marchi più prestigiosi a livello internazionale, come Playtech, Novomatic, Netent, Neogames, Microgaming.

In osservanza alla normativa Aams, i payout teorici stimati Nuovi Casino Online si aggirano mediamente intorno al 95%: in questo modo, buona parte della raccolta, derivante dal gioco con soldi veri prodotto dagli scommettitori nel tempo, si converte frequentemente in premi in denaro in loro favore. Le vincite fino a questo momento si sono verificate in modo piuttosto regolare e sono state pagate entro tempi ragionevoli. Inoltre, al fine di rendere l’operato massimamente trasparente, gli importi erogati sotto forma di vincite, i nomi dei vincitori ed i giochi da loro praticati risultano pubblicati in un’apposita tabella dei pagamenti disponibile nella sezione del sito dei Nuovi Casino Online.

Le alternative di gioco proposte dai casino legali con bonus alla propria clientela sono davvero tante, in modo tale che chiunque, a prescindere dalle proprie preferenze e disponibilità economiche, possa iniziare a fare il proprio gioco in modalità “Real Money”. Pertanto, gli appassionati al gioco avranno la possibilità di provare le migliori varianti della Roulette, Blackjack, Baccarat, ma anche del Poker on-line dove spiccano i tavoli del Casinò Hold’em, Poker texano, Red Dog, Stud Poker, Poker Caraibico, Omaha e tanti altri giochi che presentano diversi livelli di giocata, affinché tutti possano partecipare e divertirsi, provando a portare a casa dei premi proporzionati al volume e al valore delle giocate piazzate.

Chi predilige di gioco elettronico moderno sarà accontentato con una vasta selezione dei migliori titoli di slot con e senza Jackpot, a cui si uniscono tanti videopoker on-line, buona parte giocabili anche a più mani allo stesso tempo, accrescendo le possibilità di vincita per il giocatore. Il quadro viene completato da una preziosa selezione di Giochi Arcade molto sofisticati dal punto di vista tecnologico, con una componente grafica apprezzabile ma soprattutto con dei montepremi sostanziosi da conseguire in qualsiasi istante e con qualunque valore della posta.

Si possono accrescere le probabilità di vincita nei casino migliori italiani, sfruttando al massimo le promozioni di benvenuto dei Nuovi Casino Online che assegnano un bonus del 100%il cui valore può arrivare fino ad un massimo di € 1000, da utilizzare su tutto il parco giochi disponibile, ma anche per divertirsi ai tavoli del casino dal vivo e per interagire dal proprio dispositivo mobile quando si è in movimento.

Le nuove proposte di StarCasinò

nuove proposte da starcasinò

I giocatori “veri” potrebbero essere in fibrillazione sentendo questa proposta di StarCasinò che vuole dare la possibilità a “qualcuno” di sedere ai tavoli del celebre Casinò Oracle di Malta e di partecipare ad un torneo live che mette “sul piatto” un premio di 5.000 euro. “Real Casinò Roulette Challenge 2016”, questo è ciò che farà sognare tanti giocatori, ma che consegnerà un solo trionfatore che agguanterà un premio da brividi (almeno per chi scrive!). In previsione, quattro tornei sulla Real Casinò Roulette che si svolgono nel periodo dal 1° al 28 febbraio ed in palio vi sono 8 ticket per il torneo di Malt che comprendono il viaggio sull’isola per un week end per due persone, con trattamento all inclusive, e la possibilità di accedere al Real Casinò Roulette Challenge.

Bisogna solamente seguire le facilissime istruzioni di StarCasinò: un clic su “partecipa”, compiere un versamento sul proprio conto di gioco di minimo 50 euro per poter iniziare a scommettere al tavolo del Real Casinò Roulette. Durante il periodo di riferimento si potrà visualizzare una classifica aggiornata relativa alla settimana in corso: conseguiranno la qualificazione quei giocatori che avranno movimentato più danaro durante il periodo di questa iniziativa. Un’ultima informazione alla quale dovranno sempre pensare i partecipanti-giocatori per avere ben presente il loro obbiettivo: il torneo live in programma avverrà nella giornata del 9 aprile 2016, presso il Casinò Oracle di Malta, alle ore 20:30.Sarà suddiviso in tre momenti: primo round, semifinale ed esaltante finale. A tutti in bocca alla balena!

I giochi online si stanno espandendo

nuovi giochi d'azzardo online

Il gioco online ed in particolare il settore dei casino online con bonus è sempre in evoluzione e sempre alla ricerca di innovazione e novità per “acchiappare” e soddisfare le esigenze del pubblico sempre più sofisticato e sempre più motivato a trovare “quel qualcosa in più” che fa preferire una piattaforma all’altra. Quindi, sempre movimenti e sempre nuovi prodotti che circolano e che cercano con le loro proposte di accontentare la clientela e sopratutto di fidelizzarla (anche se è un termine che veramente “non ci piace”). Ecco, quindi, che i giochi virtuali Kiron Interactive entrano live sulla piattaoforma del provider Contrade Gaming: è una gran bella novità per i giocatori che potranno sbizzarrirsi e mettersi in competizione con queste novità. Kiron ha firmato questo accordo per offrire la serie completa dei suoi giochi utilizzando la sua soluzione Betman online RGS che è stata lanciata sul mercato di recente.

I prodotti di Kiron, scommesse sportive e casino online gratis, saranno disponibili su una base omni-canale tramite la sua piattaforma di gioco iCore. Comtrade, titolare di una delle piattaforme i-gaming più quotata sul mercato, offre anche giochi da casinò online e mobile, casinò live e sistemi di gioco server-based. Per far conoscere la propria organizzazione a chi ancora non l’ha sperimentata e per farsi conoscere ancora più capillarmente, Comtrade esporrà a ICE per l’ottava volta e questo, naturalmente, significa che è una delle aziende più affermate del settore ed una di quelle aziende sulle quali si basa ICE per far conoscere “ai più” il mondo online, la sua professionalità e, perché no, la sua genialità.

Si continua a parlare di Casinò in Giappone

casinò in giappone

Sembra lontano il 2020, ma in effetti non lo è affatto: tra poco si affaccerà e ci si troverà a parlare, quindi, delle Olimpiadi: Il Giappone si vuole far trovare pronto ed approvare la propria legge sui casinò e sui casino per smartphone e tablet così da trovarsi in condizioni di aprire per tempo e sfruttare tutto l’indotto turistico che “girerà intorno” all’evento sportivo che, si sa, richiamerà una marea di “affezionati”. Insomma, una lotta contro il tempo ed anche se quel Paese è abituato a lavorare tanto ed in fretta, bisogna che si faccia sì in fretta, ma bene per mettere le industrie del gioco in condizioni di… correre, ma di fare! Quindi, il partito di Governo sta spingendo per mettere in atto il progetto delle Case da Gioco che affiancheranno i grandi resort che verranno creati appunto per le prossime Olimpiadi.

Ci sono ostacoli politici forti che “vessano” questo progetto e faranno di tutto per non far approvare le proposte e le prospettive di avere reali casinò resort aperti durante le Olimpiadi sarà quasi un’impresa titanica, ma il Governo “è armato sino ai denti” e sta andando avanti per la sua strada in modo da avere le specifiche in vigore se tutto filerà liscio ed il progetto verrà approvato. C’è anche una questione primaria da affrontare: la ricerca di un operatore per i giochi da casino dato che con c’è alcuna società in Giappone che ha una esperienza specifica nel settore, nel gioco da casinò, nei servizi alberghieri, nella organizzazione di conferenze, eventi e nel comparto dell’intrattenimento.

Cinque Casinò con incassi da record

incassi record casino americani

Non solo in Italia il mese di dicembre 2015 ha portato notizie positive per le Case da Gioco tricolore e per i nuovi casino online aams: anche i cinque Casinò del Maryland… volano veramente in alto con l’aumento dei ricavi e quindi anche per loro l’anno scorso si è chiuso tra brindisi positivi ed anche positivi programmi per il 2016 sono basati sull’entusiasmo che viaggia in queste strutture e che farà da base per intraprendere un nuovo anno di attività ricco di novità e si spera di ulteriori migliori risultati. Tutti e cinque i casinò hanno migliorato, e non poco, i loro guadagni rispettivamente al mese di dicembre dell’anno precedente secondo i dati resi pubblici dalla Maryland Lottery and Gaming Control Agency.

Sui cinque, chi ha forse brillato di più è stato l’Horseshoe Casino Baltimore che ha riportato un aumento percentuale del 19% su entrate di 27,2milioni di dollari, quasi simile al record dello stesso casinò stabilito nell’agosto precedente che era stato di 27,5milioni di dollari. Questo casinò, che ha aperto il 26 agosto 2014 non era mai riuscito a superare i 25milioni di dollari in nessun mese precedente, scendendo sotto i 24milioni di dollari in aprile, maggio e giugno e quindi regnava presso gli organi direttivi un certo malcontento. Un avvenimento di cronaca nera aveva inferto un duro colpo ai guadagni del casinò e dei casino online mobile, ma i funzionari del casinò hanno lottato per migliorare le prestazioni della casa da gioco aggiungendo più prodotti da tavolo! In fondo è bastata qualche piccola idea e tutto, magicamente, il gioco… ha vinto ed anche bene.

Progetto di informazione sul gioco d’azzardo patologico

progetto informazione gioco d'azzardo patologico

Il ‘Centro Sociale Papa Giovanni XIII’ ha studiato un progetto nazionale per informare studenti e insegnanti sul gioco d’azzardo patologico e sui casino online affidabili ed il Ministero dell’Istruzione lo ha scelto all’interno di una gara nazionale sul tema della prevenzione legata al gioco per aiutare a riflettere sui rischi del gioco problematico. Naturalmente, il ‘Centro Sociale’ è orgoglioso ed onorato di questo, ma è anche cosciente della responsabilità di dover creare materiale che possa raggiungere l’animo e la mente di potenziali utenti tra insegnanti e studenti: essendo, poi, questo un progetto nazionale bisognerà farlo conoscere anche ai vari Enti che sparsi sul territorio della Penisola, potranno interagire con le scuole che saranno incuriosite e desiderose di approfondire i rischi del gioco d’azzardo.

I primi ad essere contattati dal ‘Centro Sociale’ saranno l’associazione “Mettiamoci in gioco” ed il Conagga –Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d’Azzardo– che sono sempre in prima linea per sensibilizzare in qualsiasi modo i cittadini sul problema derivante dall’abuso del gioco e che, così, avranno ancora più materiale e notizie per continuare nelle loro campagne di responsabilizzazione e conoscenza di questo mondo. Purtroppo, bisogna essere consci che l’ultima ricerca del Cnr sottolinea che oltre il 40% degli studenti delle scuole superiori ha giocato d’azzardo nell’ultimo anno e ben il 36% dei quindicenni ha dichiarato di averlo già fatto. Il nuovo materiale, quindi, del ‘Centro Sociale Papa Giovanni XIII’ sarà disponibile attraverso la rete e diventerà un ottimo strumento per far arrivare messaggi sul gioco compulsivo e suggerimenti per come… tenersene abbondantemente alla larga..

Una truffa sventata alle videolottery

truffa videolottery

Arce, provincia di Frosinone presso una sala giochi che gestisce anche uno dei migliori casino online legali AAMS. Il responsabile della sicurezza dell’azienda che gestisce il gioco lecito, per conto dei Monopoli, si accorge di un insolito movimento di denaro introdotto in alcuni apparecchi videolottery della sala giochi di Arce nelle giornate del 3 e 4 ottobre 2015. Particolarmente, a fronte dell’emissione di tickets vincenti per un valore di 436mila euro non era stato senza dubbio incassato il corrispettivo. L’anomalia viene affidata alle indagini del Commissariato Aurelio che ha poi ricostruito l’intero “malefatto”. La banda “della sala giochi” ha adottato una tecnica assolutamente raffinata ed ingegnosa e gli Agenti, dopo aver appurato che i tickets venivano emessi sia in caso di vincita, ma anche -come nel caso sul quale stavano indagando- a fronte di un credito vantato dal giocatore, hanno tenuto d’occhio la situazione.

Hanno scoperto, con dovizia e solerzia, che i truffatori aiutati sicuramente da un basista in possesso delle chiavi, dopo aver aperto la cassettiera delle macchinette, ne prelevavano il contenuto e lo reinserivano nuovamente, proseguendo questa manovra fino al raggiungimento della somma di 5mila euro per i quali il giocatore richiedeva un ticket. Il “bottino”, in ticket, che la banda ha accumulato aveva il valore di 436mila euro. I buoni, in quanto pari o superiori alla somma di 5mila euro vengono cambiati normalmente presso la Concessionaria dei Monopoli di Via Cornelia. È proprio lì che la “banda della sala giochi” era attesa dai Poliziotti che identificati i 4 colpevoli hanno sequestrato i buoni e li hanno denunciati.

Il gioco d’azzardo e l’aumento del preu

gioco d'azzardo ed aumento preu

I totoricevitori sportivi, dopo l’aumento del Preu imposto dalla Legge di Stabilità faranno, indubbiamente, fronte comune capitanato da Sts-Fit per controllare la correttezza delle modifiche “contrattuali proposte, nonché la celerità delle procedure di aggiornamento dei sistemi degli apparecchi anche installati nei casino online con licenza AAMS”: l’aumento del Preu “è stato veloce” quanto la possibilità data ai concessionari ed ai gestori degli apparecchi da intrattenimento di ristrutturarsi e mettersi in regola adeguando il tutto con il nuovo pay out. Sarà una corsa ad ostacoli per sistemare il parco macchinette e certamente una corsa contro il tempo… per essere in regola e rientrare nella legalità. Si spera che anche i produttori di giochi corrano nello stesso modo e che siano sul mercato disponibili tutte quelle apparecchiature che al comparto necessitano.

Bisognerebbe anche sottolineare che l’aumento del Preu -dal 13 al 17,5%- sarà operativo già dal 1° gennaio 2016, mentre la riduzione del pay out -dal 74 al 70%- avrà bisogno di interventi tecnici su tutte le singole “macchinette” e questo porterà via almeno due mesi di tempo. In pratica, per un periodo, si avrà una tassazione maggiorata su sistemi che saranno ancora tecnicamente da aggiornare: questo sempre “per fare un ennesimo favore al comparto del gioco d’azzardo italiano”, naturalmente. La conseguenza di ciò cosa è stata? Che per affrontare questa fase “temporanea” i concessionari ed i gestori hanno dovuto provvedere alle modifiche contrattuali con l’obbiettivo di sostituire i compensi a percentuale fissa con quello calcolato sulla resa effettiva dell’apparecchio. I primi mesi di questo 2016 saranno pieni… di conti, ma non di guadagni!

Distanziometro e gioco d’azzardo: Sempre discussioni

distanziometro e gioco d'azzardo

Non vi è assolutamente alcun dubbio che il “famoso distanziometro”, insieme alla limitazione degli orari di apertura e chiusura delle sale da gioco reperibili nella lista casino online aams che si trova su internet, corrisponda ad una sorta di “minaccia illegittima” a tutto il settore del gioco d’azzardo lecito dato che impedisce una tranquilla libertà di impresa ed il conseguente reddito che, così come lo si era “immaginato”, viene assolutamente a mancare. Forse, ora, dopo battaglie in questo senso instaurate a “destra ed a manca” ci si sta rendendo conto che tali limitazioni sono eccessive ed oppressive per le attività ludiche che sono state impostate e finanziate. Quindi, il Legislatore si sta rendendo conto che è necessario arginare queste forme di proibizionismo, padre delle forme di demonizzazione dell’intero comparto del gioco, ed ha espresso con la nuova Stabilità la consapevolezza di riordinare il mondo-gioco e di fargli effettuare un percorso di ristrutturazione.

Per mettere anche un punto fermo su questa situazione, il Tar della Puglia ha rimesso alla Corte Costituzionale la legge della Regione n. 43/2013 limitativa del gioco lecito, per illegittimità costituzionale, per la incompatibilità con la legge Balduzzi. Il Tar ha considerato pregiudiziale la questione di costituzionalità dell’articolo 7 della citata legge regionale visto che la sua applicazione impedisce di ottenere i risultati che i ricorrenti si attendevano dalla propria attività, cioè il trasferimento dell’attività di raccolta di scommesse lecite in locali posti alla distanza di 500 metri da un istituto scolastico. Le norme regionali che comprendono “smisurati distanziometri”, sono palesemente in disaccordo con i contenuti della legge Balduzzi.

Operazione Imitation game per contrastare il gioco illegale

operazione imitation game gioco d'azzardo

Ce la si sta mettendo tutta per combattere l’illegalità nel mondo del gioco d’azzardo ed in quello dei migliori casino online e cercare di “salvaguardare” il gioco lecito, figlio dello Stato? Sembrerebbe di sì visto che in questi giorni è stata messa a fuoco una situazione di gioco illecito online e sono state coinvolte 11 persone con ordinanza di custodia cautelare. L’operazione, “Imitation Game”, è stata condotta in collaborazione con la Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, il Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, la Squadra Mobile della Questura di Roma ed il Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza. Tante forze coinvolte e spiegate per arrivare a far emettere al Gip di Roma l’ordinanza di custodia cautelare.

La contestazione elevata, dopo le indagini sostenute, è “associazione a delinquere a carattere transnazionale a commettere una serie indeterminata di reati attraverso una rete illegale di gioco online, aggirando la normativa del settore, omettendo il versamento dei tributi per la concessione…”: aggravante aggiunta quella mafiosa, dato che nell’atteggiamento degli 11 presunti colpevoli si è avvantaggiato il clan dei Casalesi coinvolto nel comparto delle scommesse illecite online. Da qui nasce sempre la solita certezza: dietro il gioco d’azzardo illegale quasi sempre si nasconde la criminalità organizzata che allunga i suoi “tentacoli” in questo settore e getta “fango” sull’intero settore composto, quello lecito naturalmente, da persone che si attengono alle norme vigenti, pagano le tasse ed offrono ai propri giocatori sicurezza e tranquillità. Ma quella illecita è la rete concorrente a quella legale che sta creando più danni e malumori che… la nuova Legge di Stabilità!

Il Casinò di Venezia chiude bene il 2015

Il Sindaco di Venezia, Luigi Brugnano, sta facendo tutto ciò che è in suo possesso, per richiamare l’attenzione dell’Esecutivo sulla sua città. Polemiche su polemiche, sopratutto politiche, che toccano appunto anche la Casa da Gioco, e non il sito legale aams di casino online. Brugnaro “vuole far sentire” a gran voce all’Esecutivo quanto Venezia sia speciale, sopratutto a livello turistico internazionale, e che per mantenerla servono “quei fondi speciali” che per decenni, sin dal lontano 1973, sono stati erogati grazie alla ‘Legge Speciale di Venezia’. Ovviamente, in tutti questi anni cambiamenti ci sono stati, politici e non: sono cambiate le leggi, le regole ed il modo di amministrare, ma Venezia ha sempre bisogno di aiuto da parte del Governo. È una città particolare ed unica al mondo.

Per sollecitare fortemente il Governo, il Sindaco Brugnaro ha chiamato anche in causa il Comune di Campione d’Italia, dove ha la location il Casinò di Campione ed il famigerato casino online con bonus, che è stato sostenuto dallo Stato con nove milioni di euro da aggiungersi agli altri otto messi a disposizione per il 2015. Entrambi i Comuni sono proprietari dei rispettivi Casinò che dovrebbero portare beneficio agli enti referenti: quindi perché atteggiamenti e provvedimenti diversi nei confronti di Venezia? Brugnano ha anche sottolineato che, a volte, i Comuni invece che incassare dalle Case da Gioco di proprietà devono intervenire cospicuamente per sostenerle e questo dovrebbe far indubbiamente riflettere: in ogni caso il 2016 sarà l’anno in cui il Casinò dovrà sostenersi da solo, nell’ottica di un nuovo piano di razionalizzazione delle partecipate… ma il Casinò ha chiuso il 2015 brindando allegramente!

Presto taormina avrà il suo nuovo Casinò

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ed il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano… sono avvisati! Il Presidente della Regione Sicilia ha intenzione di scrivere loro una missiva per chiedere di inserire l’apertura della Casa da Gioco, e forse anche di un casino online, con vista sullo stretto, nel “Patto per lo sviluppo”: Taormina deve vedere l’apertura del suo casinò dopo tantissimi anni di tentativi ed anche di promesse. I tempi, ora, sembrerebbero maturi per questa apertura e non ci sono più motivi che debbano ostacolare questo evento… neppure i pregiudizi. Taormina deve avereal più presto il “suo Casinò” e ci sarebbero tutti i presupposti e le condizioni per passare “alle vie di fatto” e dare così una risposta alle richieste dei cittadini di questa meravigliosa città e di tutti i siciliani.

Indubbiamente come in tutte le città, e come internet che ospita tanti casino online autorizzati aams, che ospitano i Casinò, anche Taormina richiama turismo ed il Casinò è turismo: e non si può dire che Taormina non sia la capitale siciliana del turismo, è proprio il suo cuore pulsante. L’attesa per questo evento è lunga e dura ormai dagli anni sessanta ed ha avuto alti e bassi, promesse e delusioni. L’ultima delusione, recentissima, è quella relativa alla discussione della Legge di Stabilità 2016 dove sono stati dichiarati inammissibili gli emendamenti che chiedevano la apertura delle due case da gioco, una di Taormina e l’altra di S.Pellegrino Terme. E pensare che l’apertura del Casinò di Taormina non sarebbe assolutamente da disprezzare perché, in qualche modo, questo potrebbe favorire il controllo della legalità e la promozione del gioco con responsabilità.

Gioco d’azzardo ed economia sommersa

Il discorso di fine anno del nostro Presidente della Repubblica ha comunicato ai cittadini che il livello raggiunto dall’economia sommersa è stato stimato in circa 122 miliardi di euro e che questo, in un Paese civile, è inaccettabile. Una parte di questo sommerso, circa 20 miliardi di euro, sarebbe riconducibile proprio alle attività di gioco illecito e di casino online autorizzati dalla legge italiana che, ultimamente, sta prosperando in modo esponenziale a causa della mancanza di una vera e seria presa di posizione da parte del Governo che, con la sua latitanza, lascia il gioco in mano all’illegalità e, quindi, al sommerso. Nessuno, forse, si aspettava che l’atteggiamento “da struzzo” del nostro Esecutivo portasse a risultati così negativi -almeno per quanto riguarda il gioco- e forse il tutto è stato preso troppo “sotto gamba”, ma l’esito di questo atteggiamento “assenteista” è veramente disastroso ed inaccettabile.

Almeno nel settore del gioco ed in quello dei casino aams, il Governo ha il dovere di intervenire tenendo conto di una necessità assoluta di recupero dell’evasione fiscale sollecitata appunto dal nostro Presidente. È ovvio che l’intervento dell’Esecutivo dovrebbe essere in tutti i settori, dato che l’evasione risulta incivile e poco rispettosa di coloro che, anche con sacrifici, fanno fronte ai dettami della Legge vigente… però un piccolo passo nel comparto del gioco è forse più semplice da effettuare che in altri settori. Basterebbe proteggere il gioco lecito, tutelarlo, presentarlo “al sociale” non come diavolo, ma come portatore di introiti e di indotti quantificabili in cifre cospicue, ed “il gioco è fatto”. Ma perché questo non piace, ma sopratutto a chi?

Le tasse ai Casinò italiani

L’immobilismo che sta percorrendo il destino di due grandi e rinomati casinò italiani lascia senza parole poiché da tale destino dipende l’esistenza di tante risorse e di tante famiglie oltre che, naturalmente, la sopravvivenza o meno delle strutture. Quindi, qualsiasi sforzo si intenda fare bisognerebbe farlo… in fretta. Si parla prima del Casinò di Venezia, storica struttura che però sta presentando non pochi problemi di gestione. Il Commissario Straordinario del Comune di Venezia ha rinviato alla prossima giunta comunale la decisione se procedere o meno con una seconda gara per l’affidamento a privati della gestione del Casinò poiché le urgenze da affrontare sono rilevanti e non di poco conto: dalla riduzione dei costi di gestione all’andamento in declino degli incassi che non sembra… fermarsi mai.

Anche il Casinò di Sanremo “naviga in acque assai agitate” per mancanza di chiari indirizzi gestionali. Si prevede che qualche decisione “definitiva” possa essere presa intorno a marzo ed aprile: sembra poco tempo in realtà, ma intanto il Casinò ha perso i tornei di punta di poker e sembra sempre più indeciso sulle scelte commerciali da portare avanti. Insomma in entrambe le strutture regna una confusione che non giova assolutamente all’immagine delle due Case da Gioco anche se Sanremo aveva chiuso lo scorso anno con risultati veramente pregevoli. Quindi, per “tenere alta la testa” di questi due famosi Casinò bisogna che qualcuno si prenda in fretta la responsabilità di decidere, le persone preposte ci sono, le idee da valutare anche…. non c’è più tempo da perdere.

Il nostro paese ed il gioco d’azzardo

Mentre nel nostro Bel Paese sembra non si tenga assolutamente conto di quanto il mondo del gioco d’azzardo abbia fatto a livello di risorse nei vari comparti del settore e nonostante il nostro Erario abbia attinto dal gioco cifre importanti per tanti anni, in Spagna non è esattamente così. La Comunità Autonoma di Murcia, appunto in Spagna, nella propria manovra finanzia per il 2015 si è disposta l’applicazione temporanea di tariffe ridotte per gli apparecchi da intrattenimento tipo B e C -l’equivalente delle nostre slot e degli apparecchi con piccoli premi- che variano tra i 3000 ed i 4400 euro per l’intero anno. L’applicazione di queste tariffe verrà effettuata a patto che gli operatori garantiscano gli stessi livelli di occupazione registrati per il 2014 e che siano in regola con tutti i pagamenti e le imposte durante l’intero anno corrente.

Una domanda, sentita questa notizia, sorge spontanea:”Perchè invece nel nostro Paese si sta facendo di tutto e si stanno usando tutte le armi per poter “annientare” il mondo del gioco d’azzardo (lecito)?” D’accordo che ogni Paese è un piccolo mondo a sé, ma certamente non ci vogliono menti eccelse per capire che le risorse -tante- che girano intorno al nostro mondo-gioco lecito, e che sono state create da questo settore, sono innumerevoli e sono risorse che nel periodo di crisi che ormai permane da lungo tempo per tutti i settori, sarebbero ancora “in giro a cercare un’occupazione”. Forse un bagno di umiltà italiano servirebbe molto… ed anche imparare qualcosa dalla vicina Spagna pure….

Le barricate alle Slot Machine

Cè ancora agitazione nel mondo degli operatori del gioco d’azzardo ed il motivo è lo scompenso creato dalla Legge di Stabilità con la sua richiesta di versamento dei famosi 500 milioni di euro. Tutta la Penisola ne è percorsa: ne va della sopravvivenza di tante micro aziende che nel gioco hanno creduto ed investito, ma che allo stato delle cose, si trovano nella impossibilità di subire ulteriori prelievi. Ecco perchè a Caserta vi è un progetto mirato a rafforzare il ruolo degli operatori, un movimento spontaneo che si è riunito raggruppando i rappresentanti di 172 aziende che gestiscono oltre 40 mila apparecchi da intrattenimento sul territorio. Il movimento, in attesa dell’attuazione della Legge Delega, vuole rafforzare e non distruggere la figura professionale del gestore come invece tenderebbe a fare lo Stato.

Si vorrebbe anche far nascere sul territorio una nuova associazione che possa essere in grado di affrontare i vari argomenti d’urgenza che vengono a toccare il mondo-gioco sempre più spesso e che possa affiancare Assotrattenimento che in questi anni ha ben rappresentato gli operatori del settore. Bisogna valutare nell’immediato la problematica del prelievo aggiuntivo imposto dallo Stato alla filiera: il prelievo andrà diviso tra le Vlt e le slot e la ripartizione dovrà ricadere sui vari soggetti della filiera come concessionari, gestori ed esercenti. Ecco, quindi, che Caserta -ed i suoi gestori- erge le “sue barricate” per combattere un dictat dello Stato, per fare un appello agli operatori in modo che restino assolutamente uniti poiché le varie divisioni sarebbero del tutto deleterie.

La libertà di giocare d’azzardo

È indubbiamente giusto che la società, le organizzazioni, le amministrazioni abbiano “tirato i remi in barca” e dopo aver spinto i cittadini verso il gioco d’azzardo -magari a volte ad oltranza- ora si rendano conto che il “rischio” è dentro ciascuno di noi ed il “gioco” è sfuggito di mano a chi ne tirava le fila. Quindi, è giusto che le istituzioni si facciano parte diligente ed intervengano su certe sfere di giocatori, ma il disagio che deriva dal mondo-gioco è una questione forse ancora più complessa e complicata: dove si trova il limite tra la legittimità del giocare divertendosi, e la patologia? Si può qualificare come malattia la scelta di chi, magari dotato di possibilità economiche “illimitate” decida di spendere i propri soldi alle slot, alle Vlt, alle scommesse divertendosi con gioia?

È sicuramente invece da stigmatizzare il comportamento di colui che assume lo stesso comportamento nei confronti del gioco avendo un reddito fisso e limitato, con una famiglia magari da mantenere: in questi casi l’intervento delle istituzioni deve essere tempestivo ed orientare i comportamenti dei singoli che spesso però si sommano a condizioni di disagio già esistente. Qui scatta la “lotta contro il demone” -il gioco- poiché è più semplice fare così piuttosto che rilanciare l’occupazione, migliorare la qualità della vita, occuparsi della sanità in genere: nascono, quindi, gli inviti al gioco responsabile. Questi spot e questi inviti sono solamente un calmiere emotivo e non serve certamente vietare una cosa per disciplinare il comportamento di ogni singolo individuo.