Operazione Imitation game per contrastare il gioco illegale

operazione imitation game gioco d'azzardo

Ce la si sta mettendo tutta per combattere l’illegalità nel mondo del gioco d’azzardo ed in quello dei migliori casino online e cercare di “salvaguardare” il gioco lecito, figlio dello Stato? Sembrerebbe di sì visto che in questi giorni è stata messa a fuoco una situazione di gioco illecito online e sono state coinvolte 11 persone con ordinanza di custodia cautelare. L’operazione, “Imitation Game”, è stata condotta in collaborazione con la Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, il Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, la Squadra Mobile della Questura di Roma ed il Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata della Guardia di Finanza. Tante forze coinvolte e spiegate per arrivare a far emettere al Gip di Roma l’ordinanza di custodia cautelare.

La contestazione elevata, dopo le indagini sostenute, è “associazione a delinquere a carattere transnazionale a commettere una serie indeterminata di reati attraverso una rete illegale di gioco online, aggirando la normativa del settore, omettendo il versamento dei tributi per la concessione…”: aggravante aggiunta quella mafiosa, dato che nell’atteggiamento degli 11 presunti colpevoli si è avvantaggiato il clan dei Casalesi coinvolto nel comparto delle scommesse illecite online. Da qui nasce sempre la solita certezza: dietro il gioco d’azzardo illegale quasi sempre si nasconde la criminalità organizzata che allunga i suoi “tentacoli” in questo settore e getta “fango” sull’intero settore composto, quello lecito naturalmente, da persone che si attengono alle norme vigenti, pagano le tasse ed offrono ai propri giocatori sicurezza e tranquillità. Ma quella illecita è la rete concorrente a quella legale che sta creando più danni e malumori che… la nuova Legge di Stabilità!